Menu


La tecnologia al servizio di Guercino

Il progetto che celebra il grande pittore emiliano ha previsto fin dalle sua fase iniziale di ideazione e pianificazione, un importante utilizzo delle più moderne ed efficaci tecnologie per la valorizzazione nel settore dei beni culturali oggi disponibili.
Lo spirito che ha originato il progetto è stato quello di avvicinare il visitatore il più possibile all’opera di Giovanni Francesco Barbieri per realizzare un'inedita ed appagante visita all’interno della Cattedrale di Piacenza; uno vero e proprio percorso esperienziale per vedere gli affreschi del Guercino “da vicino” direttamente dalla cupola della cattedrale attraverso punti di osservazione ravvicinati assolutamenti insoliti, al punto tempo stesso l’introduzione di strumenti innovativi e non convenzionali per facilitare la comprensione dell’opera dell’artista centese.
L’avvicinamento del visitatore all'opera di Guercino si articola in una serie di iniziative che sono sviluppate utilizzando un contenuto tecnologico molto alto. Essi si sono: la Sala multimediale, il progetto web-based, il progetto per la realtà virtuale e la realizzazione di immagini ad altissima definizione di tutto il ciclo pittorico della cupola.

La sala multimediale

Guercino a Piacenza

All’interno della sagrestia superiore è stata collocata la Sala multimediale, un innovativa installazione multimediale nella quale vengono accolti i visitatori e su un videowall semicircolare di oltre 10 metri di lunghezza viene proposto un articolato e coinvolgente video di cui il programma iconografico delle scene, tecniche di lavorazione, tempi di realizzazione, sono solo alcuni dei capitoli che vengano presentati al visitatore.

Guercino a Piacenza

La sala multimediale, dalla forma ottagonale che richiama la forma geometrica della cupola, e della stessa sagrestia nella quale è stata collocata, costituisce il progetto tecnologico di punta di tutta la mostra di “Guercino a Piacenza”. Dodici monitor 55” professionali LG Electronics collocati in posizione verticale e sincronizzati tra loro tramite speciali apparati audio-video, in grado di soddisfare in più impegnativi requisiti di stress funzionale.
Rigore scientifico nella raccolta, nell’analisi e nell'interpretazione dei documenti, immagini di altissimo dettaglio mai realizzate prima ed un testo agevole e scorrevole guidano il visitatore verso la comprensione della grande opera piacentina.

Guercino a Piacenza

Progetto web

Le immagine in alta definizione di Profeti, Sibille, scena della vita di Gesù possono essere agevolmente consultate utilizzando qualsiasi browser, tablet o smartphone e per ognuna di esse è disponibile una scheda di approfondimento per una chiara ed immediata comprensione del contenuto iconografico. La ricchezza del dettaglio offerto dalle immagini è tale che ben visibili sono ancora le giornate di lavoro di Guercino, traccia tangibile della sua attività sui ponteggi della Cupola. Oltre alle immagini in alta definizione viene offerta al visitatore una vista a 360° della Cattedrale di Piacenza eseguita dalla navata centrale. Questa immagine offre una vista privilegiata della Cupola e della sua collocazione nel progetto architettonico della Cattedrale.

Guercino a Piacenza

Il progetto si arricchisce della più spettacolare immagine navigabile a 360° realizzata per il progetto “Guercino a Piacenza”. La vista della Cupola eseguita al centro (quasi) dall'intersezione degli assi. Oltre all’insolito punto di ripresa collocato completamente nel vuoto della cupola, l’immagine permette al visitatore di cogliere ed avvicinare dettagli altrimenti non visibili durante il percorso di visita alla Cupola. Infatti il profeta Ezechiele, le Sibille ai lati della monofora ed il fregio policromo sotto il profeta non risultano visibili poiché si trovano nello spicchio affrescato al di sopra della porta di accesso alla Cupola.

Guercino a Piacenza
Guercino a Piacenza

Viaggio virtuale a 360°

All’interno della Cattedrale, all’inizio del percorso di visita alla Cupola di Guercino, sono state collocate due postazioni con visori Oculus, per offrire ai visitatori (ancora prima di salire fisicamente sulla Cupola) una vista virtuale con un punto di osservazione insolito. Appena il visitatore indossa il visore il proprio campo visivo viene proiettato in uno spazio tridimensionale nel quale muovendo la testa può osservare l’opera di Guercino come se si trovasse sospeso nel vuoto della Cupola. Una vista mozzafiato e “vertiginosa” che consente di ammirare ogni dettaglio come se fosse direttamente nel centro della cupola. L’utilizzo dei visori Oculus permette anche ai portatori di disabilità, che non sarebbero in grado di salire alla Cupola attraverso i camminamenti interni, di osservare gli affreschi di Guercino da una prospettiva molto favorevole.

Guercino a Piacenza

Le immagini ad alta definizione

Per rendere visibile al pubblico l’opera di Guercino e per produrre un documento fotografico rigoroso, l’intera cupola della cattedrale è stata oggetto di un'imponente campagna di digitalizzazione di tutto il cicli pittorico che la compone. Singole immagini di dettaglio elevatissimo sono state tra loro unite - per mezzo di software dedicati - al fine di comporre delle immagini finali con un dettaglio mai realizzato prima; dettagli dei Profeti, Sibille, scena della vita di Gesù e fregi altrimenti non osservabili alla a normale vista. Nell’esempio i tre particolari presentati - estratti dall’Adorazione dei Pastori - sono dei ritagli al fattore di zoom del 100% e i rettangoli gialli applicati all'immagine generale ne identificano la posizione rispetto all’immagine complessiva.
E’ possibile osservare un livello di dettaglio eccezionale; si possono ancora leggere sull’affresco il movimenti del pennello di Guercino, i dettagli più fini che impreziosiscono le figure, le sfumature ed i cambi di colore più leggeri oltre che allo stato di conservazione degli stessi affreschi.

Guercino a Piacenza

Le immagini realizzate, con la loro straordinaria ricchezza di dettagli e fedeli cromie, sono presentate e raccontate all’interno del video presentato nella sala multimediale, ma sono fruibili anche nel progetto web-oriented destinato ad consultazione tramite internet e sui monitor touch-screen collocati nei percorsi di visita della Cattedrale. La immagini di dettaglio presentate di seguito consentono di apprezzare il livello di definizione ottenuto. Esse forniscono un documento di ricerca ed analisi per studiosi e ricercatori che ancora oggi non hanno esaurito le indagini sulla grande opera piacentina, ma anche per i conservatori che sono in grado di analizzare ed indagare lo stato di conservazione dei preziosi affreschi.
Sotto alcuni particolari della “Adorazione dei Pastori”; i dettagli permettono di osservare da distanza ravvicinata oltre alla straordinaria abilità pittorica di Guercino, anche il buono stato di conservazione degli affreschi.

Guercino a Piacenza
Guercino a Piacenza
Guercino a Piacenza

Sotto alcuni particolari estratti dalla “Riposo durante la fuga in Egitto”.

Guercino a Piacenza
Guercino a Piacenza
Guercino a Piacenza


La salita alla Cupola
Gli affreschi di Guercino
La Sala Mutimediale